Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

24 fotogrammi: la storia del cinema in microracconti

Forse tutti hanno sempre immaginato Ingmar Bergman poco spiritoso, serio, glaciale e minimale come si desume dai suoi film, mentre lui invece ha una vita intima e segreta con il suo umorismo. Lo cura e lo nasconde come se fosse la fine del suo cinema, i suoi confini, le sue speranze. Alfred Hitchcock nella sua vita privata si divertiva a testare gli altri, o meglio a testare le sue trovate prima sull’uomo comune e poi al cinema. Klaus Kinski era un attore irascibile, terrorizzante, ma a volte dolce, diverse personalità, lui diventava quel che voleva essere, talvolta assumendo il ruolo di un dottore integerrimo e permaloso che sapeva domare qualsiasi tipo di autorità.

S'intitola 24 fotogrammi. Storia aneddotica del cinema (Secondavista Edizioni) la raccolta in cui Francesco Clerici racconta il cinema in piccoli episodi significativi. 24 fotogrammi, 24 storie che parlano di geni, registi per caso, tecnici della cinepresa, ma soprattutto di persone. "Sono racconti che si nutrono di cinema per fare letteratura - dice il giovane autore -. 24 aneddoti basati sulla ricerca, ma scritti dopo aver digerito la ricerca e averla trasformata in storia, in narrativa".

Francesco Clerici è nato a Milano nel 1983. Dopo gli studi classici, si laurea in storia dell’arte e dal 2003 lavora nella didattica del cinema: presenta cineforum e tiene laboratori per ragazzi di diverse età realizzando con loro cortometraggi di finzione, documentari e mockumentari. Dal 2009 è collaboratore di Velasco Vitali e nel 2010 dirige e monta Storie nel cemento: la vita nel Marchiondi (premio FAI al Milano Film Festival, Selezione ufficiale Sciacca Film Festival 2011). E’ stato membro della giuria CICAE per il 17th Sarajevo Film Festival, per il 17th Kino Pavasaris Vilnius Film Festival, per la 69esima edizione della Mostra cinematografica del cinema di Venezia, e della giuria principale dello Sciacca International Film Festival 2012. Ha firmato i racconti sulle città abbandonate Ghost cities in Velasco Vitali, Foresta Rossa, catalogo della mostra (Skira).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo