Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Alda Merini: un premio di poesia in suo nome

Il 21 marzo 1931 nasceva a Milano Alda Merini. L'Associazione culturale La Casa delle Artiste che gestisce, su mandato del Comune di Milano, la Casa Museo Alda Merini, presenta la prima edizione del "Premio di poesia Casa Museo Alda Merini".

Il bando di concorso viene lanciato lanciato lunedì 21 marzo, nella sede della Casa Museo di via Magolfa, in occasione dell'evento organizzato per l'anniversario della nascita della poetessa dei Navigli."Sono nata il ventuno a primavera": l'evento consiste in un reading delle sue più belle poesie, seguito da un aperitivo poetico. Il premio è diviso in due sezioni: raccolta di poesie inedite in lingua italiana e Poetry Slam.

Il calendario è così composto:

21 marzo 2016: evento alla Casa Museo Merini in occasione dell'anniversario della nascita della Poetessa, durante il quale verrà presentato il Premio e sarà ufficialmente aperto il bando.

20 giugno 2016: termine di consegna delle opere alla giuria.

8 ottobre 2016: cerimonia di premiazione dei vincitori delle due sezioni. Avrà luogo anche il Poetry Slam dedicato alla seconda sezione del premio.

 

Entro il mese di febbraio 2017 verranno realizzati e stampati il libro premiato e il videoclip che verranno presentati e promossi in due differenti serate, alla Casa Museo Alda Merini. Tutte le informazioni e comunicazioni saranno consultabili sul sito www.premiopoesiacasamuseoaldamerini.it

 

Il video Di Alda Merini che vi proponiamo è tratto dalla trasmissione Scrittori per un anno di Isabella Donfrancesco, edizione 2006/2007.

 

Alda Merini è nata  il 21 marzo del 1931 a Milano ed è morta il 1 novembre del 2009. Giovanissima esordisce in versi, segnalandosi subito tra le piu’ alte e originali voci poetiche  ed entrando subito di diritto in prestigiose antologie del Novecento. La sua opera  vastissima riflette un intreccio continuo di vita e poesia senza tregue e senza indulgenze, espressione  rara di arte totale. Nel 1953 esce La presenza di Orfeo. Seguono Paura di Dio, Nozze romane (1955) e Tu sei Pietro (1961). Destinati a morire è del 1980. Ma è la grande tragica  esperienza raccontata in La Terra Santa (1984)  che porta Alda Merini all’attenzione del grande pubblico. Seguono L’altra verità. Diario di una diversa (1986), primo libro in prosa, Fogli bianchi (1987), Testamento (1988), Delirio amoroso (1989), Il Tormento delle figure (1990). Nel 1991 Maria Corti cura Vuoto d’amore a cui fanno seguito nel 1992 Ipotenusa d’amore, nel 1993 Se gli angeli sono inquieti, Aforismi, La palude di Manganelli o il monarca del re e Delirio amoroso. Seguono Reato di vita. Autobiografia e poesia (1994), Ballate non pagate e La pazza della porta accanto (1995), La vita facile (1996), Ringrazio sempre chi mi da’ ragione (1997), Il tormento delle figure e Lettere a un racconto. Prose lunghe e brevi (1998), Il ladro Giuseppe. Racconti degli anni Sessanta (1999). Nel 1998 Fiore di poesia raccoglie versi scritti tra  il 1951 e il 1997. Nel 2000 sono pubblicati L’anima innamorata e Superba è la notte; nel 2001 Corpo d’amore. Un incontro con Gesù; nel 2002 Magnificat. Un incontro con Maria; nel 2003 la raccolta Aforismie magie; nel 2004 La volpe e il sipario – poesie d’amore eLe briglie d’oro – poesie per Marina. 1984-2004. Nel 2005 e nel 2006 vedono la luce due raccolte di versi : Io dormo sola e Canzone dell’ultimo amore. Scrittrice in versi e in prosa, ma comunque sempre imprescindibilmente  e pienamente poeta, Alda Merini ha ricevuto nel 1993 il Premio Librex-Guggenheim “Eugenio Montale” per la poesia, nel ’96  ha vinto il Premio Viareggio, nel ’97 il Premio Procida Elsa Morante e nel 1999 il Premio della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la Poesia. Nel 2002 il Comune di Milano le ha conferito l’Ambrogino d’Oro e nel 2004 ha ricevuto il Premio del Presidente della Repubblica Ciampi.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo