Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Alla scoperta di Settenove

Una casa editrice indipendente, un progetto di prevenzione alla violenza di genere, un impegno contro la discriminazione, un contrasto agli ostacoli culturali, una proposta di nuovi linguaggi, pari opportunità tra le persone, e diritti, rispetto, collaborazione: così si legge sul sito della casa editrice Settenove, fondata nel settembre 2013 da Monica Martinelli. Un punto di riferimento editoriale dove letteratura, saggistica e libri per ragazzi si fanno portavoce di istanze sociali legate alla violenza di genere e, in particolare, alla discriminazione femminile.

Perché il nome Settenove? Rai Letteratura lo ha chiesto direttamente alla sua ideatrice.

Monica Martinelli, laurea in Giurisprudenza e master in Editoria presso l’Università degli Studi di Urbino, svolge gli ultimi anni di studio tra l’Ateneo urbinate, l’Universidad Autónoma di Madrid e il Ministero di Giustizia della Capitale spagnola, dove si appassiona a quei temi sociali che la condurranno alla EMI di Bologna. Ha lavorato come illustratrice, traduttrice e ghostwriter. Per quattro anni è stata responsabile dell'ufficio stampa/marketing. Ha all’attivo la promozione e organizzazione del convegno internazionale “Violenza di genere, soluzioni possibili”, in collaborazione con la sezione spagnola di Amnesty International. Nel 2013 lascia la EMI per fondare la casa editrice Settenove.

Tommaso Monaldi, visual designer, fotografo e consulente, laureato in Industrial Design all'Università della Repubblica di San Marino : IUAV di Venezia nel 2009, si specializza in Comunicazione, Design ed Editoria presso l'ISIA di Urbino nel 2012. Proprio dal 2012 consegue vari riconoscimenti e premi tra cui il Premio per giovani talenti italiani Jacopo Fanfani di Roma sezione Visual Communication, il Premio nazionale delle arti per istituzioni ed enti pubblici e nel 2013 viene selezionato per la pubblicazione Design ADI INDEX con un progetto sulle carceri italiane. Dal 2013 collabora per la casa editrice Settenove, di cui cura la veste grafica.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo