Amici come specchio di noi stessi

"Gli amici sono anche una specie di specchio di noi stessi, magari molto diversi, che ci dicono come vorremmo essere o come potremmo essere": sono parole di Stanislao Nievo, nato a Milano nel 1928. Viaggio' per quarant'anni in tutto il mondo, fino in Antartide, come giornalista, regista e fotografo, prima di scoprire la sua vocazione di scrittore. Nel 1990 diede vita a I Parchi Letterari con l’idea di utilizzare la letteratura come chiave per la riscoperta e la valorizzazione del territorio. In particolare si dedico' a promuovere con la Fondazione Ippolito Nievo le ambientazioni e i paesaggi delle Confessioni di un italiano. Nel 1975, con il libro d’esordio, Il prato in fondo al mare,  vinse il premio Campiello e nel 1987 lo Strega con Le isole del paradiso.  Fu tra i fondatori del WWFMori' a Roma il 13 luglio 2006.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo