Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Andrea Molesini: i mille volti della narrazione

Narratore, poeta, traduttore: Andrea Molesini è una figura poliedrica e sfaccettata, la cui produzione letteraria si declina in molteplici sfumature. A lui è dedicata la puntata-ritratto realizzata da Scrittori per un anno e proposta dal portale di Rai Letteratura.  

Andrea Molesini, veneziano, insegna Letterature comparate presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Padova.
Curatore e traduttore di opere di  Ezra Pound, Charles Simic, Derek Walcott, è inoltre autore di diverse raccolte di fiabe per ragazzi (Quando ai veneziani crebbe la coda, 1989; L’avventura di Ulisse, 1999; Aquila spenta, 2000).
I suoi racconti sono stati tradotti in varie lingue e, nel 1999, è stato insignito del prestigioso premio Andersen alla carriera.
Nel 2010 ha pubblicato per Sellerio il suo romanzo di esordio,  Non tutti i bastardi sono di Vienna, grazie al quale nel 2011 ha conquistato alcuni dei riconoscimenti letterari più importanti in Italia: il Supercampiello, il Premio Comisso, il Premio Latisana per il Nord-Est 2011 e il Premio Città di Cuneo. L'opera è in corso di traduzione in tutte le principali lingue europee.

Ambientato all’epoca della Grande Guerra, Non tutti i bastardi sono di Vienna, il suo primo romanzo, assume il punto di vista di un giovane smanioso di combattere. Nel corso di questa intervista, tratta dalla puntata monografica di Scrittori per un anno a lui dedicata, Andrea Molesini ne legge anche un brano per il pubblico di Rai Letteratura.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo