Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Andrea Monda: Le diete di mia moglie

In 20 anni di matrimonio, Andrea ha visto Vivì mettersi a dieta innumerevoli volte, e sempre con lo stesso risultato: dieta abbandonata dopo i primi giorni di entusiasmo. E dire che Vivì le ha provate tutte: Dieta dissociata, Dieta dei 7 giorni, Dieta dei 4 giorni, Dieta “depurativa”, Dieta della mela e della pera, Dieta franco-cinese, Digiunoterapia etc etc. Nel tempo non sono mancate innumerevoli e infruttuose iscrizioni in palestra, spesso in condivisione tra marito e moglie, e neanche le saune, la ginnastica passiva e le tutine dimagranti.

Andrea Monda prende spunto dai maldestri tentativi di dimagrimento (della moglie e suoi) per riflettere sull'ossessione tutta contemporanea e occidentale per le diete e la forma fisica a ogni costo, che trasforma il peso in eccesso in una malattia e le persone in sovrappeso in malati (spesso cronici) da curare. Ma come reagire a questi input? Alla fine del libro Andrea e Vivì (non più a dieta, almeno per ora) lo fanno a modo loro, acquistando consapevolezza dei loro corpi, del loro amore per la buona tavola e aprendo un ristorante!
 

Tuttavia, nonostante Le diete di mia moglie sia un libro allegro, pieno di ironia bonaria, nelle ultime due pagine  (intitolate, significativamente, “La morale della favola”), Andrea Monda si ritaglia anche una piccola parentesi più seria e riflessiva per sottolineare che il limite che il cibo porta con sé - segnalato dagli effetti del mangiare, come ad esempio l'ingrassamento - riconsegna l'uomo a quella condizione che lo rende uomo: la responsabilità. Non si può fare tutto, quindi si deve scegliere.. una medicina “magica” che azzerasse ogni conseguenza del mangiare annullerebbe anche la condizione propria dell'uomo, l'unico essere vivente “responsabile”, cioè capace di pesare le cose.

Lo spirito del Le diete di mia moglie resta però intenzionalmente ironico: pur sbeffeggiando l'idolatria moderna del salutismo, vuole solo intrattenere il lettore con riflessioni profonde ma leggere, avendo ben in mente l'insuperato “modello” dei libri di Jerome K.Jerome.
 

Andrea Monda, scrittore e saggista, vive a Roma, dove è nato nel 1966. E' sposato e ha un figlio. Si è laureato in Giurisprudenza presso la Sapienza e in Scienze Religiose presso la Pontificia Università Gregoriana. Dal 1988 collabora con diverse testate giornalistiche, tra le quali, attualmente, «il Foglio», «Avvenire» e «L’Osservatore Romano». Partecipa alla vita dell’associazione BombaCarta per cui organizza eventi culturali sempre in ambito letterario.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo