Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Antonio Debenedetti, la scoperta di essere ebreo

In E fu settembre, un racconto della raccolta E nessuno si accorse che mancava una stella (Bur 2010), Antonio Debendetti mette in scena Enrichetto Norzi, un ebreo quarantenne che vive a Roma e che dell'ebraismo non si è mai interessato. Sono le leggi razziali a scuotere qualcosa nella sua coscienza, spingendolo ad affacciarsi al Ghetto e infine a condividere l'orribile destino dei deportati. Debenedetti ricostruisce per noi l'occasione che lo spinse a scrivere questo racconto e ne delinea i contenuti e i personaggi. 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo