Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Arturo Schwarz, l`ultimo surrealista

Arturo Schwarz, ebreo nato ad Alessandria d’Egitto nel 1924, storico dell’arte e collezionista, l’ultimo dei moicani del movimento surrealista, è tra i fondatori della Quarta internazionale trotskista. Nel 1948 viene torturato nel campo di concentramento di Abukir e nel 1949 è espulso per presunta attività sionista. Il 3 febbraio compirà 88 anni e vive a Milano nella sua casa piena di libri. Nel 1956 la sua libreria a Milano viene trasformata in galleria, un punto di riferimento per Dadaisti, Surrealisti e Avanguardie storiche. Schwarz è stato amico di Breton ePicabia, ha organizzato le prime mostre di Magritte e Duchamp. È l’ultimo testimone di un movimento che ha cambiato il corso dell’arte.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo