Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Cavazzoni: scrivere è come fare la polenta

Ermanno Cavazzoni: "mio malgrado sono stato tirato dentro questo mondo degli scrittori. I festival sono esperienze orribili. Ricevere un premio è orribile, come dice Thomas Bernhardt è come 'farsi cacare in testa' . Recitare la parte dello scrittore mi è alieno. Io ho timore di quelli che dicono 'voglio fare il romanzo' e si mettono lì, davanti a una pagina bianca. Sono dei poveri disgraziati perché patiranno".

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo