Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Campiello 2017

Il Premio Campiello 2017, alla sua 55^ edizione, va alla scrittrice Donatella Di Pietrantonio per il romanzo L'arminuta, pubblicato da Einaudi.

Ecco la classifica completa:

Donatella Di Pietrantonio - L'arminuta - Einaudi - 133 voti
Stefano Massini - Qualcosa sui Lehman - Mondadori - 99 voti
Mauro Covacich - La città interiore - La Nave di Teseo - 25 voti
Alessandra Sarchi - La notte ha la mia voce - Einaudi - 13 voti
Laura Pugno - La ragazza selvaggia - Marsilio - 12 voti

 

L'Arminuta racconta di una ragazzina di tredici anni che da un giorno all’altro scopre di non essere la figlia delle persone con cui è cresciuta e si trova restituita alla sua vera famiglia. Dalla ridente città di mare al cupo paese, dalle lezioni di danza e di nuoto alla fame e alla promiscuità, dalla lingua italiana a un dialetto smozzicato che non parla e di cui si vergogna; a traumatizzare la protagonista è soprattutto la sensazione di non appartenere più a nulla e a nessuno. La prima parte del libro descrive l’impatto della ragazza allevata tra gli agi e appassionata dello studio con una madre e un padre schiantati dalla fatica e incapaci di comunicare, e con i fratelli ostili (non tutti, con tre di loro sviluppa subito un forte legame che passa soprattutto attraverso la fisicità). Si capisce presto che la protagonista è stata ceduta, poco dopo la nascita, a una coppia di lontani parenti che non poteva avere figli, ma non si sa perché quest’adozione informale sia cessata di colpo; la donna che l’ha allevata è gravemente malata? In un Abruzzo degli anni settanta diviso in mondi inconciliabili, uno avanzato e moderno, l'altro retrivo, una ragazza determinata a studiare e a dare un indirizzo alla propria vita riuscirà a farsi madre di se stessa.

Con Donatella di Pietrantonio in questa intervista abbiamo parlato del tema della maternità che ricorre nei suoi romanzi sotto diversi aspetti, della protagonista dell'Arminuta, delle modalità del suo approdo nella famiglia di origine e del ritratto dell'Abruzzo che fa da sfondo a questa storia.

Donatella Di Pietrantonio ha esordito con il romanzo Mia madre è un fiume (Elliot 2011, Premio Tropea). Con Bella mia (Elliot 2014) ha partecipato al Premio Strega. L'arminuta, pubblicato da Einaudi, è il suo terzo romanzo. Vive a Penne, in Abruzzo, dove fa la dentista pediatrica.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo