Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Elio Pagliarani e il Gruppo `63

Puntata-ritratto che Scrittori per un anno ha dedicato a Elio Pagliarani, uno dei protagonisti del Gruppo '63.

Nato a Viserba, una frazione di Rimini, il 25 maggio del 1927, quando aderì al gruppo, aveva da poco pubblicato il poemetto sperimentale intitolato La ragazza Carla: il lavoro, risalente al 1962, è ancora oggi ritenuto la sua opera più conosciuta e significativa.

Dopo la Laurea in Scienze politiche conseguita a Padova, Pagliarani è sempre stato impegnato in prima sul fronte del lavoro culturale: la sua carriera, lunga e ricchissima di collaborazioni e riconoscimenti, lo ha portato a dedicarsi tanto all'attività di poeta quanto a quella di critico letterario e teatrale. Ha collaborato ad alcune delle più importanti riviste culturali dell'ultimo secolo ("Officina", "Quindici", "Il Verrì", "Nuovi argomenti", "Il Menabò") e, dopo essersi trasferito a Roma a partire dagli anni '60, ha lavorato a lungo come critico teatrale per il Paese Sera. Ha fondato a sua volta due prestigiose riviste letterarie: "Periodo Ipotetico", di cui fu anche direttore,  e "Ritmica", fondata e diretta insieme ad Alessandra Briganti.

Fra le sue opere più note, si segnalano le raccolte Cronache e altre poesie e Inventario privato, il romanzo in versi La ballata di Rudi e i più recenti Esercizi platonici (1985), Epigrammi ferraresi (1987) e La bella addormentata nel bosco (1988).

[Foto di Dino Ignani]

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo