Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Fabio Stassi: il tempo dispari di Soledad

L’enigmatica Soledad, sempre in movimento e dotata di una voce meravigliosa, è il personaggio intorno a cui ruota il nuovo romanzo di Fabio Stassi, Come un respiro interrotto, appena pubblicato da Sellerio. Un romanzo calato negli anni settanta, in cui la musica si mescola all’impegno politico, al tempo condiviso, alla voglia di cambiare il mondo con ogni mezzo. Stassi descrive la Roma del Folkstudio e dell’Officina, delle manifestazioni di piazza, la Palermo delle case occupate, la Sicilia come luogo dell’anima. Appassionato e intenso, Come un respiro interrotto immerge il lettore nello spirito dell’epoca narrata.

Fabio Stassi è nato a Roma il 2 maggio 1962. Di origini siciliane, vive a Viterbo e lavora a Roma presso la Biblioteca di Studi Orientali della Sapienza. Ha scritto le sue opere viaggiando in treno fra Viterbo, Orte e Roma. Ha esordito nel 2006 con Fumisteria nel 2006, con cui ha vinto il Premio Vittorini opera prima 2007. L'anno seguente ha pubblicato per i tipi Minimum Fax È finito il nostro carnevale. Il suo terzo romanzo esce nel 2008 e s'intitola La rivincita di Capablanca. Nel 2010 pubblica sempre con Minimum Fax il libro Holden, Lolita, Zivago e gli altri. Piccola enciclopedia dei personaggi letterari (1946-1999). Nel 2012 esce per Sellerio L'ultimo ballo di Charlot.  Nel 2013 cura l'edizione italiana di Curarsi con i libri, Rimedi letterari per ogni malanno, di Ella Berthoud e Susan Elderkin presso Sellerio editore, scrivendo l'introduzione e tutte le schede relative alla letteratura italiana. Nel 2014 esce Come un respiro interrotto

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo