Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Federica De Paolis, Notturno salentino

C'è del torbido in Salento: un giovane e attraente fabbro viene ritrovato cadavere in un pozzo; qualcuno gli è passato sopra con la macchina. Il pozzo è nella tenuta che la narratrice Livia e il suo compagno Boris hanno comprato per cercare di rinsaldare la loro unione, minata dalla routine con i figli. Livia è in vacanza con i due bambini e le due tate che non si sopportano, la nigeriana Cynthia e la polacca Klara; il morto se la faceva con tutt'e due. Nel romanzo di Federica De Paolis, Notturno salentino, pubblicato da Mondadori, non si salva nessuno: non i ricchi romani e milanesi che vanno in Salento portandosi dietro la catena dei loro risentimenti privati e le loro svariate dipendenze, non gli abitanti del posto, scettici e prevenuti nei loro confronti. De Paolis, dialoghista cinematografica, è abile nel caratterizzare i personaggi attraverso i loro tic linguistici e chi ha ucciso il bell'Antonio si scopre solo nel finale che lascia l'amaro in bocca.

 

Federica De Paolis è nata a Roma nel 1971. Dialoghista cinematografica, ha pubblicato per Fazi Lasciami andare (2006) e Via di qui (2008). Per Bompiani, Ti ascolto (2011) e Rewind (2014). Per la NEO Edizioni ha curato l’antologia Pensiero Madre (2016).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo