Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Federico Garcia Lorca: "E poi libri, e ancora libri"

Durante il Salone del Libro di Torino 2017, abbiamo incontrato Lucilio Santoni, curatore del libro "E poi libri, e ancora libri" (Lindau), che riporta il discorso che il grande poeta spagnolo Federico Garcia Lorca tenne nel 1931 in occasione dell'inaugurazione della prima biblioteca del suo paese natale Fuente Vaqueros. Segue un commento dell'attore Giorgio Colangeli che ha letto e interpretato il discorso di Lorca durante il Salone del Libro.

Nel settembre del 1931, quando Lorca tenne questo famoso discorso in cui celebra l'importanza delle biblioteche, dei libri e della cultura nella formazione del senso critico e della solidarietà dei popoli, in Spagna la fine della dittatura e la rinascita della repubblica erano state celebrate da pochi mesi, e nessuno immaginava che solo cinque anni dopo, nel 1936, Francisco Franco avrebbe instaurato una nuova dittatura destinata a durare a lungo, e lo stesso Garcia Lorca sarebbe stato assassinato per fucilazione proprio dal nuovo regime.

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo