Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Frances Greenslade: le sorelle nel bosco

Nella natura selvaggia della British Columbia degli anni settanta, Maggie vive, con la sorella maggiore Jenny, il padre boscaiolo e la madre, in una casa primitiva in cui l’elettricità va e viene e si cucina sopra la stufa.  Maggie ha un rapporto speciale con il padre, che la porta nei boschi e le insegna a costruire capanne. Intorno a loro scarsi vicini, per lo più indiani. Il padre muore sotto una catasta di tronchi; la madre si mette a cercare un lavoro e un posto in cui stare insieme alle figlie. Finisce per lasciarle dagli Edwards, una coppia di amici del marito e poi scompare nel nulla.  Nella seconda parte di Il nostro riparo Maggie cerca di scoprire dov’è finita la madre e s’imbatte in una storia di amore e dolore che la colpisce molto. In un articolo su questo libro Eraldo Affinati ha parlato di un incrocio tra le atmosfere di Mark Twain e Emily Brontë. Se si senta erede di questi due scrittori è una delle domande che abbiamo posto a Frances Greenlade a  Palazzo Castiglioni a Mantova, in occasione della sua partecipazione a Festivaletteratura.

Frances Greenslade è nata nel 1961 a St Catharines, Ontario, e ha vissuto nel Manitoba, Saskatchewan e nella British Columbia. Ha conseguito il baccalaureato in inglese alla University of Winnipeg e un master in scrittura creativa alla University of British Columbia. Il suo primo libro, un memoir di viaggio intitolato
A Pilgrim in Ireland: A Quest for Home, ha vinto il Saskatchewan Book Award for Non-Fiction. Nel 2007 ha pubblicato il suo secondo memoir, By the Secret Ladder: A Mother’s Initiation. Insegna inglese all’Okanagan College di Penticton, British Columbia.

Il nostro riparo è stato tradotto da Elvira Grassi per Keller.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo