Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Grazia e disgrazia in Flannery O’Connor

Girolamo Dal Maso racconta a Rai Letteratura la figura di Flannery O’Connor, la celebre scrittrice georgiana morta nel 1964 di lupus a poco meno di quarant'anni. A lei, scrittrice viscerale, sanguigna, dalla penna lucida e infiammata allo stesso tempo, ha dedicato la raccolta di saggi Selvaggi: grazia e disgrazia nei romanzi di Flannery O’Connor (Tuttle edizioni). Un approfondimento sui suoi romanzi più noti (La saggezza nel sangue e Il cielo è dei violenti) e una sezione successiva intitolata Deragliamenti in cui il tema della poetica o'conneriana è declinata su più livelli interpretativi, dall’analisi letteraria, a quella teologica, fino alla storia dell’arte.

Una lettura appassionata della scrittura o’connoriana che non teme di accostare teorie semiotiche della soggettivazione e storia del blues anteguerra, Bruegel e Nick Cave, S. Giovanni della Croce e Quentin Tarantino.

L'autore

Girolamo Dal Maso (Vicenza, 1967) si occupa - a partire dal Seicento - degli intrighi tra teologia e arte, studio della marginalità e moderne scienze del linguaggio. In ambito musicale collabora con la rivista Blow Up; ha pubblicato articoli su Bach, Couperin e David Sylvian. Attualmente vive a Napoli, Quartieri Spagnoli.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo