Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Kyung-sook Shin: avere vent`anni a Seul

Io ci sarò, Sellerio, 2014 è il secondo libro pubblicato in Italia di Kyung-sook Shin, scrittrice coreana di grande valore. Racconta di un gruppo di amici formatosi intorno alle lezioni di un professore di letteratura nella Seoul degli anni ottanta. Mentre la città è scossa dalle proteste studentesche, i ragazzi si appassionano alla poesia, la fotografia, l’architettura, maturando un forte legame tra di loro. Centrale nel libro è il valore della memoria: non a caso la frase ricorrente è “non dimentichiamo questo giorno”. La misteriosa morte di uno dei ragazzi durante il servizio militare e la sparizione di un'altra finiscono per disperdere il gruppo e incrinare il nascente rapporto amoroso tra la protagonista e il giovane aspirante fotografo che ha incontrato all’università. I due si rivedranno otto anni dopo al capezzale del professore morente e il finale del libro in cui gli ex studenti decifrano il messaggio finale del loro maestro è di forte impatto emotivo.

Kyung-sook Shin è nata in un villaggio nei pressi di Jeongeup, nella provincia di Jeolla-bukdo, una remota regione montuosa della Corea del Sud. Ha esordito come scrittrice nel 1985 e negli anni è diventata una delle scrittrici coreane più lette e celebrate. Il romanzo Prenditi cura di lei (Neri Pozza 2011) ha ottenuto un grande successo internazionale ed è stato pubblicato in trentadue paesi. Nel 2012 ha vinto il Man Asian Literary Prize, prima autrice coreana nella storia del premio, il più prestigioso del mondo asiatico. 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo