Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

La vera storia di Pippi Calzelunghe

 

“Ma che storia vuoi che ti racconti?” chiese Astrid Lindgren alla figlia Karin, che le rispose  “Raccontami la storia di Pippi Calzelunghe”. Così nacque il personaggio Pippi Calzelunghe, dal desiderio di una bambina costretta a letto per molto tempo. Era il 1941, partendo da quel nome venuto fuori per caso Astrid Lindgren creò storie, racconti e avventure che vennero pubblicate solo nel 1945 e furono uno dei più grandi successi della narrativa per l'infanzia. Un successo che dura ancora oggi, ce lo racconta direttamente Karin, la bimba da cui tutto iniziò 70 anni fa.

Il video è in svedese con i sottotitoli in inglese, ecco la traduzione in italiano

 

Avevo 7 anni la prima volta che venne fuori il nome di Pippi Calzelunghe. Ero costretta a letto da una malattia e il tempo passava terribilmente lento. Avevo chiesto a mia madre di farmi compagnia e di distrarmi in qualche modo, almeno la sera, raccontandomi storie. Una volta, dopo che l'avevo tormentata senza sosta, mi chiese: “Ma che storia vuoi che ti racconti?” - “Raccontami la storia di Pippi Calzelunghe”, risposi.

Avevo detto un nome a caso, ma che evidentemente portava con se qualche mistero, visto che spinse mia madre a trarne delle storie, nonostante fosse stanchissima. Fu così che iniziò a raccontarmi le storie di questa strana ragazzina chiamata Pippi Calzelunghe. E le storie continuarono, sera sopo sera, e diventarono un libro. Non sapevo che lei le stesse raccogliendo, mi regalò il libro per il mio decimo compleanno.

 

Mi riconosco di più in Annika e Tommy che ebbero la fortuna di incontrare Pippi, condividere con lei i giochi e godere della sua compagnia. Pippi ed io abbiamo due caratteri molto diversi

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo