Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Laura Lepetit: il fiuto dell`editore

"La mia vita più che di azioni è costellata di letture.. sono cresciuta passando da un libro all'altro e ogni libro equivaleva a un'esperienza reale... i libri sono tappe della mia vita". Autobiografia di una femminista distratta di Laura Lepetit (Nottetempo) è un’amabile divagazione sui propri incontri, soprattutto letterari. Sotto i nostri occhi sfilano il Tonio Kroeger di Thomas Mann, Cesare Garboli, Carla Lonzi e il gruppo Rivolta femminile, Gertrude Stein, Fernanda Pivano... Come editrice Lepetit si riconosce un gran fiuto e rivendica con orgoglio di aver pubblicato con la sua Tartaruga, riservata a libri di donne, tre futuri Nobel: Alice Munro, Doris Lessing e Nadine Gordimer

 

Al salone del Libro di Torino, Laura Lepet ci ha parlato del suo libro.

Laura Lepetit nel 1965 rileva con Annamaria Gandini e altri amici la libreria Milano Libri e nel 1975 fonda la casa editrice La Tartaruga, che ha diretto fino al 1997. 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo