Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

LetterAltura

 LetterAltura

Giunta alla sua settima edizione, LetterAltura, sul Lago Maggiore, è una manifestazione di riferimento per tutti gli appassionati di viaggio e di avventura. Protagonisti del festival, che si terrà a Verbania da giovedì 27 a domenica 30 giugno, saranno importanti nomi della letteratura, del cinema, della musica, della fotografia, oltre che alpinisti di fama internazionale.

Con 55 ospiti, oltre 45 eventi, il festival propone incontri con gli autori dalla mattina alla sera, spettacoli in tarda serata, e un continuo raffronto con il pubblico all’insegna del dialogo per approfondire, conoscere, riflettere e divertirsi. LetterAltura proseguirà poi nei successivi weekend di luglio nelle valli: in Valle Antrona (Antrona e Viganella) 5-7 luglio, Lago d’Orta (Ameno) 13-14 luglio, Valle Vigezzo (Santa Maria Maggiore) 20 luglio, Vallemaggia (Cevio) 21 luglio. 

Ampio spazio sarà dedicato, come di consueto, al viaggio e all’avventura. Si parte dall'Islanda di Jón Kalman Stefánsson (che presenta in anteprima il nuovo romanzo Luce d'estate, ed è subito notte, Iperborea) per passare al viaggio a piedi lungo la Gran Bretagna raccontato da Rachel Joyce (autrice del best seller internazionale L'imprevedibile viaggio di Harold Fry, Sperling & Kupfer) e realmente percorso dalla blogger Malapuella; il viaggio dal punto di vista di chi è costretto su una sedia a rotelle, con le difficoltà, ma inaspettatamente anche qualche beneficio, raccontato dal blogger Rotex. E poi ancora il viaggio di un padre e del figlio autistico, che ha commosso i lettori di Se ti abbraccio non avere paura di Fulvio Ervas, raccontato dal protagonista Franco Antonello; il viaggio alla scoperta della Sardegna più aspra e meno turistica raccontato dallo scrittore Marcello Fois, in dialogo con la giornalista Daniela Fornaciarini; il viaggio negli Appennini, dello scrittore Marco Albino Ferrari sulle tracce del lupo; i viaggi in solitaria della scrittrice Maria Perosino, che fornirà un vero e proprio kit di sopravvivenza per donne viaggiatrici che non hanno bisogno di cavalieri; il viaggio sulle orme di Felice Benuzzi alla conquista del Monte Kenya ripercorso e narrato da Wu Ming 1 in dialogo con il giornalista Luca Crovi. A chiusura del festival a Verbania, il viaggio di una donna, Efratia Gitai, dall’Europa dell’Est a Israele, e la conquista di un’identità, raccontato dal figlio Amos Gitai (Efratia Gitai. Amos Gitai. Storia di una famiglia ebrea, Bompiani), in dialogo con l’amico architetto Stefano Boeri. Mentre, a Santa Maria Maggiore, lo scrittore Andrea Vitali ci conduce alla scoperta delle rive del Lago di Como. Infine, tante le donne viaggiatrici della storia delle quali si parlerà a LetterAltura: l’affascinante vicenda di Isabelle Eberhardt, regina del deserto, verrà illustrata da Mirella Tenderini, mentre, a Viganella, Luca De Antonis, aiutato dalle musiche di Giancarlo Capozzoli, farà rivivere le intrepide avventure delle prime donne aviatrici.

Come nelle precedenti edizioni, LettarAltura articola i suoi numerosi incontri intorno a percorsi tematici, che quest’anno saranno: Alpinismo, Architettura e paesaggi alpini, L’ape, Il miele, CAI 150. LetterAltura è anche cinema, musica e poesia. In collaborazione con ENI, la rassegna cinematografica di quest’anno sarà dedicata alla Colonia di Corte di Cadore. Per la prima volta in versione restaurata saranno presentati al pubblico due storici documentari: Un villaggio per le vacanze di Giuseppe Taffarel (1963), Ritrovarsi in estate di Francesco Barilli (1970). Il concerto chitarristico del virtuoso delle sei corde Luciano Pompilio e l’eco-concerto Musicycle, dedicato agli amanti della bicicletta: sul palco il gruppo multietnico Banda di Piazza di Caricamento, in platea 10 ciclisti volontari tra il pubblico, che a turno, pedaleranno per la durata dello spettacolo, sulle proprie biciclette, in modo da fornire l’energia elettrica necessaria direttamente dalla forza dei pedali.Poesia: L’omaggio a Ernesto Ragazzoni, poeta geniale oggi purtroppo misconosciuto, nativo di Orta, che sarà ricordato e fatto rivivere ad Ameno, sul Lago d’Orta, con un incontro con lo scrittore Sebastiano Vassalli, in dialogo con l’editore novarese Roberto Cicala e uno spettacolo ironico e musicale di David Riondino. Consulta il programma completo sul sito www.letteraltura.it 

Tags

Condividi questo articolo