Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Levi Henriksen, Norvegian Blues

A conquistare il lettore in Norvegian Blues, il romanzo del norvegese Levi Henriksen, pubblicato da Iperborea nella traduzione di Giovanna Paterniti, è il tono del racconto, la sua schiettezza, la sua originalità. Protagonista del romanzo è Jim Gystadt, un produttore discografico quarantenne, occasionalmente elettricista. L’autore lo presenta, mentre, in preda ai postumi di una sbornia, presiede al battesimo del figlio del suo migliore amico nella chiesa di un piccolo centro. Quando parte il coro, Jim distingue la voce melodiosa di tre anziani, un uomo e due donne: da quel momento cerca con ogni mezzo di entrare in contatto con loro. Scopre che si tratta di tre fratelli, Timoteus, Maria e Tamar, che hanno avuto un passato di musicisti e predicatori, sono stati in tournée in America e ora vivono isolati. Jim è stufo di musica commerciale e sente che deve a ogni costo convincere i tre a produrre un disco con lui. Parla molto di musica, Norvegian blues, ma anche molto di amore: i tre fratelli sono dei passionali, oltre che persone capaci di vivere al di fuori delle convenzioni. Una bella favola moderna, capace di far risuonare corde profonde e di evocare con precisione personaggi e atmosfere.

 

Levi Henriksen è nato a Kongsvinger, Norvegia, il 5 maggio 1964. Scrittore, giornalista, paroliere e musicista rock. Il suo romanzo Caduta la neve è stato un grande successo in patria.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo