Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

L`invisibilità dei libri per ragazzi

Della letteratura per ragazzi si parla poco e in modo superficiale: in La letteratura invisibile Emy Beseghi e Giorgia Grilli, insieme ad altri collaboratori, delineano un quadro delle tendenze più importanti in atto in questo settore e insieme ne sottolineano l’importanza cruciale. Nell’intervista Giorgia Grilli sostiene che i migliori libri per bambini insistono sulla differenza dell’infanzia, sulla sua specificità. Guardare all’infanzia ci aiuta ad ampliare la nostra idea dell’umano, essere bambini è più ricco dell’essere adulti, nel processo di crescita ed apprendimento è molto quello che si perde di là da quello che si acquisisce. La letteratura per l’infanzia mette in scena uno sguardo critico nei confronti del mondo e dell’adultità. Nell’epoca della crossmedialità è importante preservare l’oggetto libro che crea un ponte tra il genitore che legge e il bambino che ascolta. 

Giorgia Grilli insegna Letteratura per l'infanzia e Storia dell'immaginario infantile all’Università di Bologna. Traduce dall'inglese saggi critici sulla letteratura per l'infanzia, romanzi per ragazzi e picturebooks. Ha scritto diverse monografie, saggi in volumi collettivi e articoli in riviste specializzate sui libri per bambini e ragazzi. Dal 2006 collabora con il supplemento letterario "Tuttolibri" del quotidiano "La Stampa" pubblicando articoli che riguardano la letteratura per e sull'infanzia. Tra i suoi volumi: In volo, dietro la porta. Mary Poppins e Pamela Lyndon Travers (Cesena 1997); Le Public schools britanniche tra mito e realtà. Un contributo allo studio dell'immaginario nell'Inghilterra vittoriano-edoardiana (Bologna 2003); Libri nella giungla. Orientarsi ell'editoria per ragazzi (Roma 2012).  

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo