Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Marina Cvetaeva: poesia e passione

In questa intervista Maria Grazia Calandrone, poeta, ci racconta e ci svela la "voce femminile eretica della rivoluzione russa”: Marina Cvetaeva.

Marina Cvetaeva era pura passione,  una passione che traduceva nella sua poesia: “I poeti sono tutti ebrei” diceva, centrando il tema dell’esilio, un nodo che ha dominato la sua opera e la sua vita;  un esilio subìto sia come permanente stato psicologico che come avvenimento reale.

Maria Grazia Calandrone legge una lettera della Cvetaeva a Rilke e una poesia.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo