Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Matteo Berlucchi: il futuro di Anobii

Matteo Berlucchi, amministratore delegato di Anobii, analizza per Rai Letteratura le caratteristiche del primo e più vasto punto di incontro virtuale dedicato al mondo dei libri e al piacere della lettura.

Una piattaforma dedicata ai libri letti, a quelli che si vorrebbero leggere e scambiare con altri, ma anche un vero e proprio social network in cui le opinioni, le amicizie e i contatti si basano tutte sulle affinità dei gusti letterari e sul piacere dell'incontro e del confronto con altri appassionati.

Nato come progetto sperimentale, Anobii raccoglie oggi oltre 600.000 utenti attivi. La scelta di mantenere il servizio gratuito prosegue sulla linea dei principi ispiratori del network, e sulla filosofia che fino ad ora ha voluto che Anobii mantenesse la sua natura di spazio collettivo senza fini di lucro.

Matteo Berlucchi ci parla però dell'evoluzione della piattaforma, avvenuta di pari passo con quelle degli scenari dell'editoria e dei gusti e delle esigenze del pubblico. La sfida per il futuro è quella di trasformare Anobii in uno strumento per veicolare anche altri progetti, accanto a quelli gratuiti. Fra questi, occupano un posto di primo piano quelli legati all'editoria digitale e alla vendita degli ebook.

Ne discutiamo oggi all'interno dell'Osservatorio di Rai Letteratura.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo