Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Monika Woźniak: Quo vadis, prima opera transmediale

Dal 13 novembre al 16 dicembre a Roma una mostra e un convegno internazionale rilanciano il romanzo Quo vadis e il suo autore, il premio nobel Henryk Sienkiewicz. L’organizzazione è a cura del Dipartimento di Studi Europei, Americani ed Interculturali della Sapienza, su iniziativa di Monika Woźniak, in collaborazione con l’Istituto Polacco di Roma, l’Accademia Polacca delle Scienze, l’Istituto del Libro, l’Università di Wrocław, la Biblioteka Raczyński, il Museo di Henryk Sienkiewicz di Poznań, il Museo Nazionale del Cinema di Torino, la Casa del Cinema di Roma.

 La mostra, dal titolo Quo vadis?: la prima opera  transmediale Da caso letterario a fenomeno della cultura di massa, si tiene presso  l’Istituto Polacco di Roma (Via Vittoria Colonna 1) dal 13 novembre  al 16 dicembre   e intende presentare le multiformi tracce che il romanzo  ha lasciato in vari campi dell’arte (cinema, musica, pittura e teatro) e nella cultura  popolare in genere.

Al convegno (14-15 novembre), dal titolo Quo vadis? ispirazioni, contesti, ricezione - Casa del Cinema, Villa Borghese (14 novembre), Istituto Polacco di Roma, Via Vittoria Colonna 1 (15 novembre) – partecipano studiosi provenienti da diverse università europee.

Il  13 novembre, presso l’Istituto Polacco di  Roma, a chiusura della inaugurazione della mostra, prevista per le ore 18, alle 19.30,  viene proiettato in anteprima il Quo vadis? (1913) di Enrico Guazzoni, appena  restaurato, il 14 novembre, presso la casa del Cinema di Roma, alle ore 20.00, il Quo  Vadis (1951), di Mervyn LeRoy, il 15 novembre,  presso l’Istituto Polacco di Roma, alle  ore 20.00, il Quo vadis (2001), di Jerzy Kawalerowicz, anche in  questo caso in anteprima assoluta. Viene inoltre lanciata la ristampa del  romanzo di Sienkiewicz, con rare illustrazioni d’epoca.

Abbiamo incontrato Monica Woźniak all’Accademia Polacca delle Scienze e ci ha illustrato i temi e la fortuna del romanzo Quo vadis.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo