Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Nicola Lagioia: gatti e scrittura

Il 17 febbraio si celebra la festa del gatto. Agli aspiranti scrittori Aldous Huxley dava questo consiglio: “tenete vicino un gatto”. Sul tema gatti e letteratura abbiamo sentito il parere di Nicola Lagioia, l’autore di Riportando tutto a casa, appassionato sia di felini, sia di libri. Partendo dalla fascinazione che il gatto ha sempre esercitato su chi scrive, Lagioia si sofferma sull’aspetto misterioso di questo animale, che a differenza del cane, non si lascia conquistare facilmente. Lagioia paragona il rapporto con la scrittura a quello con i gatti: un rapporto complicato, spesso tortuoso, fatto di tentativi ripetuti, di seduzione reciproca. Parla dei famosi gatti di Hemingway, una colonia, tutt’ora molto fiorente, e del suo gatto Lunedì che l’ha aiutato a resistere allo stress della stesura del suo ultimo libro, costituendo un ottimo compagno di viaggio e un difensore virtuale dal demone del fallimento sempre in agguato.  

Nicola Lagioia è nato a Bari nel 1973. Ha pubblicato i romanzi Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (minimum fax, 2001), Occidente per principianti (Einaudi, 2004) e Riportando tutto a casa (Einaudi, 2009 e 2011).  

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo