Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Paola Soriga: La resistenza di Ida

Ultimi giorni della Resistenza a Roma, prima dell’arrivo degli Alleati: Ida, una giovane staffetta partigiana, trova rifugio in una cava sotterranea dopo essere stata avvertita che la stanno cercando.
Dal luogo sotterraneo in cui si trova, Ida ripensa alle circostanze che l’hanno portata fin lì: alla partenza a dodici anni dalla sua isola, la Sardegna, per aiutare la sorella a Roma; alla scuola, alle amiche (soprattutto a Micol, sparita su una macchina nera); ad Antonio che le piace tanto e al professore che le ha insegnato la passione per i libri. Dura tre giorni l’autoesilio di Ida: la sorella la cerca, l’amica Rita sa dov’è e le porta generi di conforto, due uomini passano da quelle parti e le fanno prendere un grande spavento, Antonio si affaccia e la bacia, ma poi se ne va.

Paola Soriga, nel suo libro di esordio, ha scelto di raccontare una storia di impegno civile. La sua Ida non è un’eroina, ma una ragazza generosa e pronta a pagare in prima persona per le sue scelte. Dove finisce Roma è anche un romanzo di formazione: attraverso una serie di esperienze, alcune molto dolorose, altre esaltanti, Ida cambia, diventa una donna. Un romanzo ben radicato nei luoghi che descrive, la periferia romana, i quartieri in cui Roma finiva per perdersi nelle campagne. Rifacendosi alla lezione di scrittori come Beppe Fenoglio, Renata Viganò, Carlo Cassola, Italo Calvino, Paola Soriga aggiunge un suo tassello alla letteratura della Resistenza e contribuisce a tenerne viva la memoria.

 

Paola Soriga e' nata a Uta, in provincia di Cagliari nel 1979. Ha studiato letteratura a Pavia, Barcellona e Roma, dove ora vive. Il suo primo romanzo, Dove finisce Roma, e' uscito nel 2012.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo