Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Sandra Petrignani, La corsara, Ritratto di Natalia Ginzburg

Nella Corsara, Ritratto di Natalia Ginzburg (Neri Pozza) Sandra Petrignani ripercorre passo passo vita e opere dell’autrice di Lessico famigliare, rileggendola dai primi racconti agli ultimi articoli sui giornali, andando sui suoi luoghi e facendosela raccontare dalle persone che l’hanno conosciuta. Nata a Palermo il 14 luglio 1916, Natalia cresce a Torino, e nella sua natura il riserbo torinese convive con il calore della città natale. Se l’incontro fondamentale della sua vita è quello con Leone Ginzburg, che sposa a ventidue anni e perde quando ne ha ventotto e tre figli piccoli (lui muore a Regina Coeli dopo un pestaggio da parte dei tedeschi che lo tengono prigioniero), per lei conta molto anche il secondo marito Gabriele Baldini, contano gli amici, da Cesare Pavese a Italo Calvino da Elsa Morante a Cesare Garboli, e conta la casa editrice Einaudi, per la quale oltre a scrivere, legge e traduce. Petrignani descrive il rapporto di Ginzburg con la politica, dall’iscrizione giovanile al Partito d’Azione in omaggio a Leone al ruolo di deputata, svolto all’insegna di un pacifismo radicale. La scrittura resta fino agli ultimi giorni la sua passione principale e le capita in sorte, proprio a lei così schiva e per nulla autocelebrativa, di mettere le mani al Meridiano che la fa entrare nel novero dei classici. Tra i giudizi su di lei riportati in fondo al volume spicca quello di Giorgio Pressburger: “non aveva nulla di doppio, e questo incuteva rispetto e meraviglia.”

Sandra Petrignani è nata a Piacenza il 9 luglio 1952. Vive a Roma e nella campagna umbra. Tra i suoi libri: La scrittrice abita qui (2011), pellegrinaggio nelle case di grandi scrittrici del Novecento; i racconti di fantasmi Care presenze (2004); il libro di viaggio Ultima India (2006); il romanzo-documento Addio a Roma (2013) e la biografia romanzata di Duras, Marguerite (2014). Da Beat è stato recentemente riproposto il suo secondo libro, del 1988, Il catalogo dei giocattoli.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo