Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Sandro Veronesi, Non dirlo. Il Vangelo di Marco

Il Vangelo di Marco è una straordinaria macchina per la conversione dei Romani. Un testo di grande modernità, un vangelo d’azione che non può non riportare alla mente certo cinema di Quentin Tarantino o di Sergio Leone. Sandro Veronesi, scrittore laico, affascinato dai meccanismi narrativi di questo che è il primo Vangelo, ha appena pubblicato Non dirlo. Il Vangelo di Marco.

Quello di Veronesi è un libro costruito con il “racconto dei racconti”  e con un ricco apparato di note che lo scrittore suggerisce di leggere integralmente alla fine con un metodo diametralmente opposto a quello proposto da David Forster Wallace per Infinite Jest.

Come il Vangelo, il testo scritto da Sandro Veronesi è destinato all’oralità e debutterà sulla scena il 28 giugno al Festival dei due mondi di Spoleto.

 

 

Sandro Veronesi è nato a Firenze nel 1959.  È laureato in architettura. Tra i suoi libri: Per dove parte questo treno allegro (1988), Gli sfiorati (1990), Occhio per occhio. La pena di morte in quattro storie (1992), Venite venite B-52 (1995), La forza del passato (2000), Superalbo (2002), No Man’s Land (2003), Caos calmo (2005) con cui, nel 2006, vince il Premio Strega, Brucia Troia (2007), XY (2011), Viaggi e viaggetti. Finché il tuo cuore non è contento (2013), Terre rare (2014, premio Bagutta 2015).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo