Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Scrittori per un anno: Romana Petri

Certo una parte di autobiografia molto spesso nei romanzi viene fuori. Però il bello della letteratura è che il realismo non esiste. Sono sempre stata del parere che quando uno ha detto nome e cognome, luogo e data di nascita, il realismo finisce lì. Tutto quello che si aggiunge è fantasia, letteratura, sovrapposizione.”.

Così la scrittrice Romana Petri nella puntata che Scrittori per un anno, programma di Rai Educational, diretta da Silvia Calandrelli, propone su Rai Storia martedì 9 aprile alle ore 11,00.

Romana Petri ripercorre le tappe più importanti della sua scrittura, soffermandosi in particolare sul romanzo Figli dello stesso padre, di recente pubblicazione. 

Romana Petri è nata a Roma. Esordisce nella scrittura nel 1990 con i racconti Il Gambero blu, che incontrano il plauso di un autore come Giorgio Manganelli.

Scrittrice instancabile, si divide fra l’Italia e il Portogallo.

Molti sono i libri ambientati in Portogallo e nelle isole Azzorre tra cui: Il Baleniere delle montagne (1993), La donna delle Azzorre (2001), Ovunque io sia (2008).  

Tra gli altri romanzi vanno ricordati anche: Alle Case Venie (1997), I padri degli altri (1999), Dagoberto Babilonio, un destino (2002), Ti spiego (2010), Tutta la vita (2011), Figli dello stesso padre (2013).    

Nel 2012 pubblica insieme a Paolo Di Paolo, Ugo Riccarelli e Dacia Maraini Una giornata con Antonio Tabucchi.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo