Il Prix Sorcières a Silvana Gandolfi

Un libro per raccontare la mafia agli adolescenti, senza ambiguità, con una struttura narrativa originale e innovativa: Io dentro gli spari, di Silvana Gandolfi ha vinto prestigioso Prix Sorcières 2012 nella sezione adolescenti. Un riconoscimento nato in Francia oltre 25 anni fa per iniziativa di una rete di librerie indipendenti specializzate in letteratura per ragazzi, e assegnato nel corso del tempo a firme prestigiose fra cui David AlmondAnne-Laure Bondoux, Silvana De Mari, Anne Fine, Marie-Aude Murail, Michael MorpurgoDaniel Pennac, Celia Rees, J.K. Rowling e Luis Sepúlveda. Silvana Gandolfi, scrittrice per ragazzi, si racconta in un'ampia intervista, partendo dal suo libro sulla mafia e passando per il più recente, Il club degli amici immaginari: i classici amati, i viaggi intorno al mondo, l'avventura e le sofferenze dei protagonisti come ingredienti principali della sua narrativa.

 

Silvana Gandolfi è nata a Roma nel 1940. Il suo primo libro è La scimmia nella biglia del 1992. I suoi libri, arricchiti nelle edizioni italiane dalle illustrazioni di Giulia Orecchia, vengono tradotti in decine di paesi del mondo. Nel 1994 vince il Premio Cento con Pasta di drago. Nel 1996 vince il Premio Andersen come miglior Autrice italiana dell’anno e il Premio Cento con il libro Occhio al gatto.  Questo l’elenco dei suoi libri: La scimmia nella biglia, 1992; Pasta di drago, 1993; Occhio al gatto, 1995; L'isola del tempo perso, 1997; La memoria dell'acqua, 1999; Aldabra, 2001; Qui vicino mio Ariel, 2005; La bambina in fondo al mare, 2009; Io dentro gli spari, 2010; Il club degli amici immaginari, 2012. 

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo