Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Sweet Salgari: una biografia a fumetti

Ha fatto sognare intere generazioni di lettori, giovani e non, raccontando vicende avventurose ed esotiche e dando vita a personaggi e ambientazioni indimenticabili senza mai muoversi da casa. E ha immaginato e costruito storie straordinarie, senza però riuscire a dare un lieto fine alla propria.
Il 25 Aprile del 1911, a Torino, Emilio Salgari metteva fine alla propria esistenza, spremuto dai debiti e schiacciato dalle difficoltà economiche e familiari, scegliendo la via del suicidio e lasciando solo poche righe indirizzate ai suoi editori: “A voi che vi siete arricchiti con la mia pelle… chiedo solo che pensiate ai miei funerali. Vi saluto spezzando la penna”.

Un epilogo amaro ancora oggi per tutti coloro che, grazie a questo maestro dell'immaginazione e della fantasia, hanno esplorato luoghi magici e e avventure travolgenti. A questo, e alla voglia di raccontare la vicenda umana di Emilio Salgari, ha pensato il disegnatore Paolo Bacilieri: veronese di nascita come Salgari, autore fra i più originali e innovativi della scena del graphic novel italiano, Bacilieri ha ripreso idealmente in mano quella “penna spezzata” e se ne è servito per raccontare la vita di Salgari in una biografia a fumetti.

Nasce così Sweet Salgari, un progetto work-in-progress anche sul web, ora in libreria per Coconino Press. Un ritratto a fumetti dello scrittore e della sua epoca, di quell'Italia – come spiega l'autore - “post-unitaria e non eroica, a cavallo tra Otto e Novecento, in mezzo al guado tra il grande slancio ideale del Risorgimento e l’imminente bagno di sangue della Prima Guerra Mondiale”. Una biografia documentatissima, e un'eccezionale parabola umana disegnata da Bacilieri con straordinaria accuratezza e sensibilità.

In questa videointervista, Paolo Bacilieri racconta a Rai Letteratura la nascita e l'evoluzione di Sweet Salgari, il lavoro di documentazione sul progetto, ma soprattutto la dimensione personale e umana di Salgari e il fascino seducente che la sua figura, straordinaria e sfortunata, esercita ancora oggi sui suoi estimatori al pari dei tanti eroi che ha creato.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo