Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

The Florentine Literary Review – The FLR

 The Florentine Literary Review – The FLR

Esce in questi giorni nelle librerie italiane (ma è anche distribuito a New York nelle storiche librerie McNally Jackson e Idlewild Books), il secondo numero di The FLR - The Florentine Literary Review, la prima rivista letteraria italiana in lingua italiana e inglese.

Diretta da Alessandro Raveggi e da un comitato editoriale di scrittori, traduttori, critici e curatori, The FLR offre un punto di vista privilegiato sull’Italia contemporanea per studenti, professori stranieri e amanti della letteratura e della cultura italiana di tutto il mondo.

Questo secondo numero della rivista è dedicato al tema del Desiderio/Desire, la copertina è illustrata dal giovane talentoso illustratore e fumettista Adam Tempesta, e contiene contributi, racconti e poesie di Claudia Durastanti, Marco Rossari, Sergio Nelli, Alessandra Sarchi, Alcide Pierantozzi, Antonio Turolo, Edgardo Franzosini e Antonella Anedda.

Per gentile concessione della rivista The FLR pubblichiamo per intero l’editoriale del direttore Alessandro Raveggi a introduzione del numero 2 della rivista, che sarà presentato al Salone di Torino domenica 21 maggio alle 12.30 presso la Sala Avorio.

Buona lettura!

 

The Florentine 2 – Editoriale di Alessandro Raveggi

 

Guardate la copertina di questo numero: il desiderio è rappresentato da Adam Tempesta come un alieno. Proprio come in Alien, il film cult di Ridley Scott, il desiderio è spesso paragonabile a un mostro venuto dallo spazio, un superstite privo di pietà, e determinatissimo nel braccarci. È infatti qualcosa che ci mangia dentro, ci colonizza tentacolare, richiedendoci le strategie di risposta più disparate. Una di queste potrà essere persino il rimpianto, quello messo in scena nella poesia di Anedda, che con una carezza mancata si lega alla stretta forte dello studente innamorato di Grace Kelly e delle sue fotografie, mentre attende l’arrivo di quegli insetti mangia-carta che stanno invadendo la Terra, nel racconto di Pierantozzi. Al desiderio più profondo si resiste alla fine anche assecondandolo, e un esempio, in questo numero, lo troverete nell’ipergrafia del personaggio emblematico di Franzosini, quell’A. C. Inman che si trascina fino ad un gesto definitivo... Sempre come l’Alien, insidia bavosa e xenomorfa, il desiderio è però anche sensuale, erotico, e in quanto erotico è intermittente, come un vedo-non vedo, viene e va, per poi ritornare: parla infatti di una ricaduta il testo di Turolo, in una relazione che fu un tempo tossica, e che riemerge bramando. Il passato della poesia di Turolo è forse un luogo pieno di desideri inesauditi: cosa intima e temibile, your inner desire and your fear bisbiglia Lavinia pensando al suo passato, nella storia di Sarchi. Però un figlio le cresce adesso in pancia. Il mostro horror così toglie la sua maschera, assume connotati più umani, più fragili: non disdegna la pazienza, l’attesa, la generazione. Lo scopriranno anche i protagonisti del racconto di Nelli, delicato affresco del quotidiano di una coppia bilingue di giovani contemporanei, tra prodotti Ikea e noia sprofondata nel divano. Ma attenzione! Perché il desiderio c’insegna anche a non adagiarci troppo sugli allori. Sia di fronte a una tv, o davanti a uno schermo del cinema, quando ti è accanto, come una persona con la quale condividiamo il buio della sala, è una presenza scomoda. E lo sa bene la Giovanna del racconto di Rossari, che s’immagina il peggio, desiderandolo. E lo comprende anche la protagonista del racconto di Durastanti, impegnata con un uomo in sincopate chiamate telefoniche che hanno del metodo e dell’ossessione. È possibile in ogni caso, nel bene e nel male, interrompere la telefonata, il richiamo, l’attrazione, e ricacciare il desiderio nello spazio siderale? Nessuno di questi testi lo auspica, fortunatamente. La lotta ad armi impari di Ellen Ripley continua, scoprire il Pianeta del Desiderio è ancora un miraggio bello ed entusiasmante.

 

Alessandro Raveggi (Firenze, Italia, 1980). Autore, studioso e professore di letteratura moderna italiana presso vari programmi e scuole americani di livello a Firenze. Tra le sue pubblicazioni il romanzo Nella vasca dei terribili piranha (Effigie, 2012), la raccolta di racconti Il grande regno dell’emergenza (LiberAria, 2016), il saggio Calvino Americano (Le Lettere, 2012), la prima introduzione italiana a David Foster Wallace (Doppiozero, 2014) e il libro di poesia La trasfigurazione degli animali in bestie (Transeuropa, 2011), oltre ad una serie di testi pubblicati all’interno di importanti riviste italiane. Tra le sue numerose collaborazioni con giornali, è da sottolineare il suo romanzo a puntate Romanzo da Spiaggia, uscito in Italiano ed Inglese per Il Corriere della Sera.

Tags

Condividi questo articolo