Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Un fatto umano. Una graphic novel per raccontare la mafia

Salvatore Riina è un cinghiale, Tommaso Buscetta un pappagallo, Tano Badalamenti una scimmia, Michele Sindona una gazza ladra, il presidente Pertini una tartaruga. Falcone e Borsellino un gatto e un cane. La storia del pool antimafia di Palermo raccontata in una graphic novel in cui tutti i protagonisti hanno facce di animali.

Si intitola Un fatto umano (Einaudi Stile Libero) e l'hanno messa in scena tre giovani disegnatori romani, fondatori dello studio grafico Mon Ame, Manfredi Giffone, Fabrizio Longo e Alessandro Parodi. Un'opera lunga sei anni di lavoro che rappresenta con tavole acquerellate di drammatica bellezza l’assalto frontale che la mafia portò allo Stato tra gli anni Settanta e i Novanta e la lotta che ad essa opposero Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

"Per rendere al meglio ogni tavola abbiamo dovuto studiare nel dettaglio ogni pagina di storia, ogni ambientazione rielaborando anche le crude fotografie delle stragi. Un lavoro che in qualche modo ci ha sconvolto e toccato nel profondo”, dice Manfredi Giffone nella nostra intervista. Il racconto riprende una Prima Repubblica avviata al tramonto e le fitte trame (il caso Moro, Sindona e la Loggia P2, la stagione delle stragi, il rapporto mai chiarito tra Stato e mafia) che stravolsero gli assetti politici e aprirono una nuova imprevedibile stagione.

Nel ventennale delle stragi di Capaci e via D'Amelio, una testimonianza storica e un omaggio poeticamente consapevole.

 

Gli autori

Manfredi Giffone è nato a Torino nel 1977. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione con una tesi sul lavoro di Alan Moore, ha collaborato a vario titolo con diverse case editrici. Ha frequentato un corso di storytelling alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze con Paul Karasik e, successivamente, il master di secondo livello in Editoria Cartacea e Multimediale presso la Scuola Superiore di Studi Umanistici di Bologna, sotto la direzione di Umberto Eco.

Fabrizio Longo è nato a Genova nel 1978, si è diplomato in Comunicazione visiva e in Fumetto presso la Scuola Chiavarese, collabora come disegnatore per vari editori di fumetti. Dal 2005 lavora inoltre nel Mon Ame studio, che ha contribuito a fondare.

Alessandro Parodi è nato a Genova nel 1981, si è diplomato alla Scuola Chiavarese del Fumetto. Nel 2005 ha fondato il Mon Ame Studio, con cui realizza fumetti, illustrazioni e progetti grafici.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo