Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Visioni Private: intervista a Giancarlo De Cataldo

Se ho deciso di scrivere Romanzo criminale è stato per due ragioni. Per i tipi umani che si vedevano e per i legami che avevano intrecciato con tutta una serie di soggetti apparentemente slegati al mondo criminale: servizi segreti, logge deviate, gruppuscoli neofascisti. C’era l’opportunità di raccontare una grande storia italiana come non era mai stata fatto prima.”

Giancarlo De Cataldo, magistrato e scrittore, in questa intervista rilasciata a Cinzia Tani, ci svela la genesi di Romanzo criminale e ci racconta del lungo periodo speso per la documentazione e la ricerca di una lingua adeguata per i suoi personaggi. Ci parla di come viene trattata la cronaca nera in tv e del ruolo della fiction nel genere noir come strumento insolito e privilegiato per comprendere i mutamenti avvenuti negli ultimi cinquant’anni di storia d’Italia.

Intervista del novembre 2011 rilasciata a Visioni private, programma dedicato al rapporto che nel tempo i singoli spettatori hanno intrattenuto con la tv. Un’ occasione per riflettere sul ruolo che il piccolo schermo ha giocato e continua a giocare nella vita di tutti noi, ma anche e soprattutto per conoscere più da vicino, e da un angolo visuale inedito, la storia di un protagonista della cultura italiana.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo