Visioni Private: intervista con Susanna Tamaro

Dopo Anima Mundi ho perso la gioia di scrivere. Mi hanno talmente attaccata, insultata e derisa che per me scrivere, che è sempre stata una gioia, alla fine è diventato un castigo”

Susanna Tamaro, in questa intervista rilasciata a Cinzia Tani, ci parla della sua formazione di scrittrice e della genesi di alcuni suoi romanzi come Luisito. Ci racconta dalla sua infanzia passata a Trieste, all’epoca città sul limite di due mondi opposti, con le sue atmosfere cupe e inquietanti degli anni ’50 e della funzione di musa ispiratrice per i suoi romanzi. Ci parla del suo tormentato rapporto con la critica, ma anche della gioia della scrittura riconquistata grazie al romanzo Per sempre, svelandoci modalità e tempi della sua attività creativa.

 

Intervista del novembre 2011 rilasciata a Visioni private, programma dedicato al rapporto che nel tempo i singoli spettatori hanno intrattenuto con la tv. Un’ occasione per riflettere sul ruolo che il piccolo schermo ha giocato e continua a giocare nella vita di tutti noi, ma anche e soprattutto per conoscere più da vicino, e da un angolo visuale inedito, la storia di un protagonista della cultura italiana.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo