Carmelo Bene

A dieci anni dalla morte, avvenuta il 16 Marzo del 2002, proseguono le iniziative del mondo della cultura e dell'arte dedicate a Carmelo Bene. Fra queste, spicca una fra le più prestigiose: la terza edizione del Bif&st-Bari International Film Festival 2012, presieduto da Ettore Scola, che si svolgerà dal 24 al 31 marzo e che quest'anno renderà omaggio alla figura e all'opera del grande attore e drammaturgo pugliese.

Il tributo, intitolato “Festival Carmelo Bene”, è stato reso possibile grazie alla collaborazione delle Teche RAI, dirette da Barbara Scaramucci, e della Cineteca Nazionale presso il Centro Sperimentale di Cinematografia, diretta da Enrico Magrelli, nonché dal lavoro svolto dal direttore artistico Felice Laudadio, coadiuvato da Orsetta Gregoretti e Patrizia Prosperi, con la collaborazione di Luigi De Luca, Raffaella Baracchi Bene e Salomé Bene. Un comitato artistico di altissimo livello, per una rassegna che proporrà la proiezione di circa 50 ore di materiali di documentazione sull’attività teatrale, cinematografica e televisiva di Bene, oltre a una serie di incontri e eventi di approfondimento dedicati all'arte e alla personalità del grande regista.

Il Festival, posto sotto lʼAlto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, è promosso dalla Regione Puglia-Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo e organizzato dallʼAFC.

Autore, attore e regista poliedrico e discusso, tanto osannato quanto criticato, Bene è stato soprattutto un profondo innovatore dei linguaggi del teatro contemporaneo, oltre che uno straordinario interprete e una delle voci più prorompenti e originali della scena culturale italiana.

In occasione della ricorrenza della sua scomparsa, avvenuta a soli 64 anni di età, Rai Letteratura propone un approfondimento che ne ricostruisce la biografia personale e artistica attraverso una serie di contributi audiovisivi che ne ripercorrono l'opera, proponendo - grazie alla preziosa collaborazione con gli archivi di Rai Teche - documenti, materiali e interviste di straordinario valore e rarità.

Carmelo Bene interpreta Majakovskij

Carmelo Bene interpreta Majakovskij

Il poeta e drammaturgo Vladimir Vladimirovič Majakovskij, considerato uno dei maggiori interpreti della cultura russa post-rivoluzionaria, è stato uno dei protagonisti indiscussi del nuovo corso culturale sovietico. Definito il “cantore della rivoluzione d'Ottobre”, Majakovskij può essere ritenut [...]

Leggi tutto

Carmelo Bene: Quattro diversi modi di morire in versi

Carmelo Bene: Quattro diversi modi di morire in versi

Una delle attitudini più caratteristiche e significative di Carmelo Bene è la sua straordinaria capacità di interpretare i testi di altri autori e di rielaborarli in forme espressive e artistiche sempre nuove, attraverso quelle che nella sua stessa definizione chiama “variazioni”. Di fatto, que [...]

Leggi tutto

Carmelo Bene: ritratto di un artista della dissacrazione

Carmelo Bene: ritratto di un artista della dissacrazione

Carmelo Bene nasce a Campi Salentina, in provincia di Lecce, il 1° settembre del 1937. Figlio di genitori umili ma benestanti – i genitori sono proprietari di un'industria manifatturiera di tabacco -, riceve fin dalla prima infanzia un'educazione di impronta fortemente religiosa, dovuta soprattut [...]

Leggi tutto