Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Vittorio Alfieri: irato sempre e non maligno mai

Vittorio Alfieri: irato sempre e non maligno mai

L'8 ottobre 1803 moriva a Firenze Vittorio Alfieri. Guido Davico Bonino traccia una rapida sintesi della formazione del poeta e tragediografo. Di nobile famiglia, dotato di una buona conoscenza del francese, ma di una scarsa padronanza dell`italiano, studia da autodidatta l`italiano stesso, il latino ...

Leggi tutto

Lorenzo de` Medici politico e poeta

Lorenzo de` Medici politico e poeta

Davico Bonino sottolinea il ruolo di ago della bilancia della politica italiana svolto da Lorenzo de` Medici, detto il Magnifico (Firenze 1449-1492), tra la Milano degli Sforza, la Roma dei papi e la Napoli degli Aragona. Si passa poi alla figura di Lorenzo poeta lirico, autore di sonetti, strambotti, ...

Leggi tutto

Clemente Rebora: I Canti Anonimi

Clemente Rebora: I Canti Anonimi

Poeta difficile e solitario, nel 1922 - esattamente novant'anni fa - Clemente Rebora pubblicò per l'editore “Il Convegno di Milano“ la prima edizione dei Canti Anonimi, che insieme ai Frammenti Lirici (1913) è tutt'ora una delle sue raccolte più note. Clemente Rebora, milanese, nasce a Milano ...

Leggi tutto

Vladmir Majakovsij e il futurismo

Vladmir Majakovsij e il futurismo

Quale urgenza spinse il giovane Majakovskij, nella Russia ancora zarista, ad abbandonare la Georgia natale per andare a Mosca? La natura l`annoiava, la città, con le sue folle e il suo dinamismo, lo affascinava, odiava la solitudine e credeva nell`uguaglianza. Sognava un futuro “chechoviano”, ma propugnava, ...

Leggi tutto

Il "giocoso" Cecco Angiolieri

Il giocoso Cecco Angiolieri

Guido Davico Bonino si sofferma sull`opera di Cecco Angiolieri, il più originale rappresentante della corrente “giocosa o burlesca“ della letteratura di quell`epoca, a cui sono attribuiti 110 sonetti. La poesia “tutta di testa e di tavolino“, da un lato, canta le lodi del vino, del denaro, del gioco, ...

Leggi tutto

2013: l`anno di Gabriele d`Annunzio

2013: l`anno di Gabriele d`Annunzio

Il 1° marzo 1938 moriva nella sua villa a Gardone Riviera Gabriele d'Annunzio. Guido Davico Bonino introduce la lettura di alcuni suoi componimenti tratti da Alcyone (1903), il terzo dei quattro libri delle Laudi del cielo, della terra e degli eroi. In Alcyone , scritto tra la riviera di Versilia ...

Leggi tutto

Ritratto di Giuseppe Ungaretti

Ritratto di Giuseppe Ungaretti

Il critico letterario storico Guido Davico Bonino ripercorre le tappe più significative della vita di Giuseppe Ungaretti (Alessandria d`Egitto 1888 - Milano 1970), dall`infanzia in Alessandria d`Egitto alla partecipazione alla Grande Guerra, all`insegnamento di lingua e letteratura italiana a S. Paolo ...

Leggi tutto

Ugo Foscolo, autoritratto in versi

Ugo Foscolo, autoritratto in versi

Il 10 settembre 1827 muore in Inghilterra Ugo Foscolo.  Guido Davico Bonino sottolinea come a scuola il nome di questo poeta venga sempre associato ai Sepolcri, il carme scritto in difesa della funzione eternatrice della poesia e, al massimo, a Le Grazie, il poema in tre canti in cui viene esaltata ...

Leggi tutto

Giorgio Caproni, una disperazione calma

Giorgio Caproni, una disperazione calma

Nel centenario della nascita di Giorgio Caproni, vi proponiamo un breve ritratto del poeta ad opera di Guido Davico Bonino. Luciano Virgilio legge poi da Finzioni il brano “Due donne che sanno“; da Il passaggio d`Enea, “Le giovinette così nude e umane“; da Il seme del piangere, “L`uscita mattutina“; ...

Leggi tutto

Salvatore Quasimodo: lontano dall`isola

Salvatore Quasimodo: lontano dall`isola

Il 20 agosto 1901 nasce a Modica Salvatore Quasimodo, premio Nobel 1959. Guido Davico Bonino ricorda le forti polemiche suscitate dall’assegnazione del premio al poeta siciliano. I critici giustificavano il prestigioso riconoscimento solo per le ultime raccolte. La fase più creativa del poeta si può ...

Leggi tutto