Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Vera Pegna, Autobiografia del Novecento

Vera Pegna, Autobiografia del Novecento

L’infanzia ad Alessandria d’Egitto, il nonno lettore, gli studi da interprete a Ginevra, il lavoro per l’IBM: nel memoir di Vera Pegna, Autobiografia del Novecento, Storia di una donna che ha attraversato la storia, pubblicato dal Saggiatore, accanto all’impegno lavorativo, fondato sulla parola e sulla ...

Leggi tutto

Daniel Speck, Volevamo andare lontano

Daniel Speck, Volevamo andare lontano

Julia, una giovane stilista tedesca, alla fine di una sfilata milanese si trova davanti un vecchio signore che dice di essere suo nonno. Da qui si dipana la storia raccontata da Daniel Speck in Volevamo andare lontano, tradotto da Valeria Raimondi per Sperling & Kupfer. Una storia che abbraccia tre generazioni ...

Leggi tutto

Olivier Guez, La scomparsa di Josef Mengele

Olivier Guez, La scomparsa di Josef Mengele

In La scomparsa di Joseph Mengele, tradotto da Margherita Botto per Neri Pozza, Olivier Guez ricostruisce la seconda vita del famigerato medico nazista, a partire dal viaggio in nave che lo porta a Buenos Aires. In America Latina a Mengele, che inizialmente si fa chiamare Helmut Gregor e finge di essere ...

Leggi tutto

Lorenzo Marone, Un ragazzo normale

Lorenzo Marone, Un ragazzo normale

In Un ragazzo normale Lorenzo Marone offre un nuovo spaccato di vita napoletana, introducendo stavolta nella narrazione un personaggio realmente vissuto, il giornalista Giancarlo Siani, ucciso a ventisei anni dai camorristi davanti al suo portone di casa. Il protagonista e io narrante del libro, Mimì, ...

Leggi tutto

Marco Balzano, Resto qui

Marco Balzano, Resto qui

Per il suo quarto romanzo, Resto qui (Einaudi), Marco Balzano sceglie un’ambientazione sudtirolese e un arco temporale che va dall’ascesa del fascismo agli anni sessanta. Trina è un’insegnante di Curon, piccolo paese al confine tra Svizzera e Austria; la sua lingua madre è il tedesco. Quando Mussolini ...

Leggi tutto

Helena Janeczek: La ragazza con la Leica

Helena Janeczek: La ragazza con la Leica

Divertente, elegante, sincera, coraggiosa: il ritratto di Gerda Taro che emerge dal romanzo di Helena Janeczek, La ragazza con la Leica, uscito da Guanda, è improntato a un’inesausta vitalità. Morta a ventisei anni nel luglio 1937, mentre era impegnata a documentare la guerra di Spagna, Gerda viene ricordata ...

Leggi tutto

Michele Gambino, Enjoy Sarajevo

Michele Gambino, Enjoy Sarajevo

Alternando un capitolo dedicato al presente e uno al passato, Michele Gambino, in Enjoy Sarayevo (Fandango) offre uno spaccato di due modi opposti di fare il giornalismo, entrambi a vario titolo amorali.

Leggi tutto

Pino Corrias, Nostra incantevole Italia

Pino Corrias, Nostra incantevole Italia

“Una geografia che prova a mettere ordine nel disordine della nostra storia”: questo in sintesi il libro di Pino Corrias, Nostra incantevole Italia, pubblicato da Chiarelettere. Il titolo è antifrastico: se ci s’incanta di fronte ai ritratti di luoghi fatti da Corrias non è certo per la loro bellezza, ...

Leggi tutto

András Forgách, Gli atti di mia madre

András Forgách, Gli atti di mia madre

La materia de Gli atti di mia madre di András Forgách, pubblicato da Neri Pozza nella traduzione di Mariarosa Sciglitano, è così incandescente (si tratta di raccontare la tardiva scoperta che la propria madre è stata collaboratrice segreta del regime comunista in Ungheria) che invece di imbastire solo ...

Leggi tutto

Rosella Postorino vince il Premio Campiello 2018

Rosella Postorino vince il Premio Campiello 2018

Rosella Postorino vince la 56^ edizione del Premio Campiello con il romanzo “Le assaggiatrici“, pubblicato da Feltrinelli Editore.   LA CLASSIFICA 1) Rosella Postorino - Le assaggiatrici (Feltrinelli) - 167 voti 2) Francesco Targhetta - Le vite potenziali (Mondadori) - 42 voti 3) Elena ...

Leggi tutto