Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 
Il terrorismo secondo Giorgio Manacorda

Il terrorismo secondo Giorgio Manacorda

Il corridoio di legno, il primo testo narrativo del germanista e poeta Giorgio Manacorda è stato definito in modo molto vario dalla critica: c’è chi ha parlato di thriller esistenziale, ...

Giorgio Manacorda legge le sue poesie

Giorgio Manacorda legge le sue poesie

Giorgio Manacorda è nato a Roma nel 1941. Ha insegnato letteratura tedesca all’Università della Calabria e all’Università della Tuscia. Ha scritto vari saggi su autori di lingua ...

Giorgio Manacorda: il mio Pasolini

Giorgio Manacorda: il mio Pasolini

In Pasolini a Villa Ada (Voland), Giorgio Manacorda dedica un tributo alla sua amicizia con Pier Paolo Pasolini. Manacorda racconta di aver conosciuto intorno a vent’anni Pasolini, ...

Giorgio Manacorda: Sperandio in Sardegna

Giorgio Manacorda: Sperandio in Sardegna

Seconda avventura per il commissario Sperandio di Giorgio Manacorda: se in Delitto a Villa Ada questo anomalo  poliziotto doveva occuparsi di un poeta ucciso in un parco romano, ...

Manacorda: la poesia italiana oggi

Manacorda: la poesia italiana oggi

Il poeta e critico letterario Giorgio Manacorda parla della poesia del XXI secolo proponendo un'infrazione al canone della tradizione novecentesca

Le ragioni della poesia a Villa Torlonia, Roma

Le ragioni della poesia a Villa Torlonia, Roma

Incontro con la poesia a teatro da giovedì 18 gennaio (ore 18.30): in scena al Teatro di Villa Torlonia a Roma un ciclo di letture di poeti a cura di Elio Pecora. Un itinerario poetico ...

Aspettando lo Strega: la Cinquina dei finalisti

Aspettando lo Strega: la Cinquina dei finalisti

Si stringe il cerchio dei candidati al Premio Strega 2012: mercoledì 13 giugno il corpo elettorale del Premio si è riunito nella suggestiva cornice di Casa Bellonci a Roma, sede ...

Berardinelli: il pubblico della poesia

Berardinelli: il pubblico della poesia

Il critico Alfonso Berardinelli, analizzando lo stato della poesia in Italia, denuncia l'assenza di pubblico e di critica.